Da più di un decennio il nostro Istituto, con la collaborazione dell’amministrazione comunale, porta avanti il progetto di scambio culturale con le città di Kelheim in Germania e di Claye-Souilly in Francia, per le classi terze della scuola secondaria di primo grado.

È un’esperienza condivisa dal personale della scuola, dagli alunni e dalle famiglie con grande interesse e partecipazione, che alterna momenti formativi e culturali, a momenti ricreativi e di socializzazione. Il progetto offre la possibilità di entrare in contatto con usi e costumi diversi dai propri, oltre all’opportunità di utilizzare le competenze linguistiche acquisite, sperimentando l’uso della lingua straniera “sul campo”, per comunicare con gli ospiti tedeschi e francesi.

Grazie.

Le referenti, Prof.ssa Sergi Francesca e Prof.ssa Panno Lucilla

 

 

 

Dove?

Gli alunni che partono per la Francia, vengono ospitati dalle famiglie della scuola di Claye-Souilly, un paese a 30km da Parigi. Gli alunni che partono per la Germania, sono ospitati dalle famiglie della scuola di Kelheim, un paese della bassa Baviera.
torna su

Quando?

In linea generale, ed in base alle esigenze scolastiche dei tre paesi coinvolti, i momenti principali si suddividono come di seguito descritto:

• NOVEMBRE/ DICEMBRE: la prima riunione e la raccolta delle adesioni. Le famiglie interessate partecipano ad una riunione pomeridiana con i docenti referenti e comunicano, tramite un apposito modulo, la volontà di far partecipare propri figli allo scambio culturale, nonché la loro disponibilità ad ospitare uno o più alunni (tedeschi o francesi).

• GENNAIO/ FEBBRAIO: le famiglie degli studenti che hanno comunicato l’intenzione di partecipare, sono convocate in assemblea, presso la scuola, e vengono messe al corrente della maggior parte dei dettagli, quali il numero dei partecipanti e le varie esigenze organizzative (documentazione da produrre e documenti vari).

• FEBBRAIO/ MARZO: vengono forniti agli studenti gli abbinamenti con i loro corrispondenti francesi/tedeschi.

• APRILE (in linea di massima nella prima o seconda settimana, compatibilmente con le vacanze Pasquali): le nostre famiglie accolgono gli studenti francesi/ tedeschi presso le proprie case. Non è necessario disporre di una stanza in più, l’importante è garantire all’ospite un letto, il pranzo al sacco ed il piacere accoglierlo. Gli studenti che si spostano con il pulmino, trasporteranno l’ospite con lo stesso mezzo di trasporto, secondo un accordo tra la scuola ed il Comune.

Gli studenti francesi arrivano sempre di domenica sera/tardo pomeriggio e ripartono il venerdì mattina.

Gli studenti tedeschi arrivano sempre di lunedì, nel tardo pomeriggio, e ripartono il venerdì mattina.

• MAGGIO (generalmente nella prima o seconda settimana): i genitori dei partecipanti vengono convocati in assemblea presso la scuola e viene fornito loro il programma della settimana all’estero, le raccomandazioni ed i vari dettagli.

• MAGGIO (generalmente la terza settimana): i nostri alunni vengono accolti dalle rispettive famiglie. Chi parte per la Francia, affronterà il viaggio durante la giornata di domenica (con arrivo in serata) e rientrerà il venerdì in tarda serata. Chi parte in Germania, affronterà il viaggio a partire dal lunedì mattina e rientrerà il venerdì nel tardo pomeriggio.
torna su

Come?

Per motivi organizzativi, non è possibile garantire a tutti gli studenti di lingua francese la possibilità di partire per la Francia. In caso di sovrannumero, si procede con il sorteggio per l’esclusione. Tuttavia, gli esclusi interessati a fare l’esperienza, potranno richiedere di partecipare allo scambio in Germania, qualora ci siano posti disponibili.

Ogni studente, viene messo in contatto con il proprio corrispondente, assegnato in base a dati di carattere oggettivo (allergie, presenza di animali in casa etc.).

Ogni famiglia accoglie uno studente e sarà accolto dallo stesso, nel proprio Paese. È necessario garantire un posto letto ed i pasti giornalieri.

Durante la settimana in Italia, gli studenti stranieri visitano, in due giornate differenti, sia il lago di Garda che Soave, in autonomia (accompagnati dai propri insegnanti). Inoltre, vengono dedicati due giorni alla visita delle città di Verona (con la possibilità di fare rafting sull’Adige) e Venezia, insieme ai corrispondenti italiani.

È previsto un momento in cui gli studenti stranieri vengono accolti dal Sindaco di Soave, dall’amministrazione comunale e dal Dirigente Scolastico.

Il giovedì sera, giorno che precede la partenza, le famiglie ospitanti organizzano una festa, che è un momento condiviso dagli studenti, dalle famiglie, dagli insegnanti e dall’amministrazione comunale.
torna su

Con quale mezzo di trasporto?

Il viaggio viene effettuato in autobus.
torna su

Con chi?

Gli alunni sono accompagnati dagli insegnanti che si rendono disponibili: due per la Francia e due per la Germania.
torna su

Cosa prevede il programma, una volta in Francia o in Germania?

Il programma nei rispettivi Paesi ospitanti, viene deciso dalla loro scuola e dalla loro amministrazione comunale. Tuttavia, in linea generale, chi parte per la Francia visiterà la città di Parigi ed i principali luoghi di interesse culturale; mentre coloro che partiranno per la Germania, visiteranno Monaco, Ratisbona ed altri luoghi di interesse culturale.

Lo scambio culturale è un progetto che coinvolge fisicamente ed emotivamente gli alunni, che fa nascere nuove amicizie, che permette di ampliare le proprie conoscenze, di cogliere le diversità e di scoprire ciò che ci accomuna e che contribuisce a farci sentire cittadini d’Europa. È un’esperienza che vale la pena di essere vissuta, al di là delle barriere linguistiche e culturali.
torna su

2019/20 - Istituto Comprensivo di Soave
Cookie Policy

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, utili al suo funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie puoi consultare la COOKIE POLICY